Matrioska

Matrioska è un racconto “inscatolato” composto da 12 foto, che ha preso spunto di avvio da “things are queer” di Duane Michals, seguendo tuttavia una via di realizzazione differente.

Un pupazzo, compagno di una bambina, ci guida attraverso la vita di questa bambina e alla sua crescita nel tempo, si passa dalla prima fase della danza classica ad una seconda fase di danza del ventre in età più adulta; dalle piccole passioni come il cucito, e la cucina, alla fotografia sperimentata anche in camera oscura con lo stupore e la meraviglia negli occhi; passando al moderno modo di far attraverso i nuovi strumenti di deviazione dell’attenzione… e poi ancora attraverso la lettura dei libri e la lettura delle carte.

Il tutto torna a quel pupazzo, che fa parte del passato ma è ancora qui presente a ricordare che passato e presente si incrociano e si scontrano, in un circolo che si chiude ma che può anche ripartire perchè ogni cosa è connessa con un’altra anche quando non è così evidente.

Il progetto si è sviluppato all’interno del GSFP di Sara Lando (2013).